Flora della Sardegna-Tavolara e dintorni - Flora ed orchidee spontanee della Sardegna

Vai ai contenuti

Menu principale:

Flora della Sardegna-Tavolara e dintorni

Itinerari botanici

Flora a San Pantaleo, Capo Figari, Olbia,Tavolara

Continuando il nostro percorso da ovest ad est lungo le coste, troviamo  un pò all'interno, i Monti di S.Pantaleo, che raggiunge con Punta Cugnana 650 mt Troviamo rocce granitiche erose dai venti ed esemplari di lecci anche secolari. Abbondanti le gennaria già viste ed il narcissus tazetta con varie subspecie.
Più ad est , Golfo Aranci con capo Figari e l'isolotto di Figarolo, zona protetta.
Verso Olbia è caratteristica la foce del rio Padrongianus, e le zone paludose intorno, che presentano alcune rare specie botaniche.
All'isola di Tavolara il paesaggio cambia in parte poichè fin sui 250 circa il suolo è granitico e si trasforma in calcare fino in cima (circa 565 mt).Fra le tante peculiarità dell'isola , noto che la flora ricalca quella delle montagne calcaree del settore orientale della Sardegna come il Corrasi di Oliena ,il Monte Albo fra Siniscola e Lula ed il supramonte di Orgosolo.
A Tavolara sono presenti  anche a  basse quote, specie botaniche che nei monti calcarei della Sardegna, ritroviamo  esclusivamente a quote molto più elevate.
Gli studiosi hanno riconosciuto circa 34 endemismi.
Le immagini qui proposte sono volutamente in ordine casuale.
Alcune specie verranno proposte per altre zone.




Erodium corsicum, limonium hermaeum,  asperula deficiens, scrophularia trifoliata,cephalaria mediterranea, campanula forsythii,  spergularia macrorhiza, centaurea horrida, centaurea filiformis,  centaurea x forsythiana,  arum pictum, orchis branciforti, thymelaea tartonraira, brassica insularis, iris foetidissima, limoniastrum monopetalum, limonium sinuatum , cynomorium coccineum .



Lecceta a San Pantaleo
Brassica insularis Moris-rara
Arum pictum L. - endemita sardo-corso
Spergularia macrorhiza Loisel-endemita
Torna ai contenuti | Torna al menu